Televes Televes
Televes
Lingua: en | fr | de | it | pl | pt | es
Televes
Televes
Televes
Televes

InfoTeleves 43 (Agosto 2017)

Data: 
08/2017

Logotipo InfoTeleves

Allegato Dimensione
INFO_Agosto2017_IT.pdf 5,00 MB

 

  Sommario:

  • Informazioni generali: La DTT è qui per rimanere +
  • Televes nel mondo: InfoComm e Fiber Connect (Orlando, Florida, USA) +
  • Foto curiose: A proposito di Brexit +
  • Domande frequenti: Si possono aggiungere nuovi satelliti al piano di canali dell'H30FLEX? +
  • Sempre a aggiornati: H30FLEX: Aggiornamento 1.22 +
  • Formazione: Come giuntare una fibra correttamente +
  • Idee: LNB ottico e DTT su un'unica fibra +
  • Instalazioni reali: Sede di TVi, Televisão Independente (Lisbona, Portogallo) +
  • Sapevi che...: Televés fabbrica internamente i tubi di alluminio delle sue antenne dal 1965? +
  • Tendeze tecnologiche: L'evoluzione del DVB per trasmettere servizi avanzati +
  • Nuovo prodotto: NevoSwitch dCSS con DCFLEX +


La DTT è qui per rimanere

Se fino a poco più di un anno fa restavano ancora importanti dubbi sul futuro della Televisione Digitale Terrestre (DTT), oggi possiamo considerare tali incertezze chiarite. A seguito dell'esito positivo della Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni (WRC-15), la recente pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea della decisione del Parlamento della Comunità, il Consiglio e la Commissione di riservare in esclusiva, almeno fino al 2030 il sub 700 MHz (470-694 MHz) conferma che la DTT "è qui per rimanere." Questa decisione garantisce il suo sviluppo a medio termine, che comprende il lancio del secondo dividendo digitale.

Broadcast Networks Europe –ente che assicura che nel Vecchio Continente si mantenga un regime normativo favorevole alla radio e alla televisione radiodiffuse– ha reso pubblici nello scorso mese di giugno alcuni dati che evidenziano il buon stato di salute della DTT ed il suo enorme valore sociale ed economico.

In un decennio, la DTT è aumentata dal 5% al 45%, diventando la principale piattaforma di distribuzione televisiva nella UE

In primo luogo, si mette in evidenza il forte aumento della penetrazione del digitale terrestre negli ultimi dieci anni fino a diventare la piattaforma leader di distribuzione televisiva, passando dal 5% del 2005 al 45% nel 2015. Nell'Unione europea, è presente in 100 milioni di case e 250 milioni di persone (80% della popolazione) godono di un totale di 2.000 canali..

Broadcast Networks Europe sottolinea che la DTT è la "spina dorsale" del modello audiovisivo europeo. Essendo la tecnologia che garantisce accesso universale e senza limiti ad informazione, cultura ed intrattenimento, contribuisce a preservare valori come il servizio pubblico, il pluralismo e l'inclusione. A ciò va aggiunto l'importante contributo alla crescita ed all'utilizzo di qualità che rappresenta
              

Index

   

Televes en el mundo 

La presenza di Televés nelle fiere del settore è stata particolarmente focalizzata sul mercato USA e concentrati in soluzioni multiservizi per reti di fibra ottica. Steve Strong, Chief Operating Officer della filiale americana, ha presentato a 'InfoComm' la nuova ONT e la nuova DPU certificata IP68 per applicazioni G.fast. Dispositivi ideali per il collegamento a terminali di rete quando sono accessibile soltanto tramite il cavo coassiale,etc.

La crescita del marchio Televés in USA viene contradistinta dall'affidabilità delle soluzioni FibreData e CoaxData per integrare servizi di televisione e dati di alta capacità in una infrastruttura di rete, pronta per poter integrare un domani anche ulteriori servizi all'utente.

La capacità  di innovazione industriale del marchio è stata rafforzata con Tforce, tecnologia Televés che sviluppa tecniche di fabbricazione di componenti MMIC per fornire circuiti integrati con funzionalità esclusive.

Ulteriore informazione : it.televes.com/tforce

INFOCOMM

(Orlando, Florida) 14-16 giugno


  

Televés ha presentato le sue novità in particolare Encoders IP e HDI-SDI, ma anche i suoi Transcoder Multiscreen.

 

Fiber Connect 

(Orlando, Florida) 12-14 giugno


  

Televés aveva le soluzioni GPON e fibra ottica di ultima generazione

 

Index

   

FAQs - Preguntas frecuentes

Si possono aggiungere nuovi satelliti al piano di canali dell'H30FLEX?


La configurazione dal web dell'H30FLEX facilita la sua personalizzazione ed utilizzo.

OPINIONE DELL’ESPERTO

Dopo aver collegato il PC e installato il suo driver, dovrà accedere col suo browser a http://h30.flex.In seguito aprirà l'applicazione web di configurazione.

L'H30FLEX permette di modificare i piani di canali (terrestre e satellitare) crearne dei nuovi o duplicare quelli esistenti. Permette anche di aggiungere satelliti nuovi all'elenco canali. Per fare questo, deve seguire i seguenti passaggi:

 

Piani / Personalizzati / Aggiungere Piano

  •     Modificare i seguenti campi:

Nome:      xxxx
Tipo(Terr./Sat.):      Satellite
Banda (Ku, C, S):      Ku.         ...Continuare...

 

 

  •     Aggiungere Canalel:

Canale:      54 (Tp. Transponder)
Polarità:      H/V
Frequenza:      10.800 MHz
Larghezza di Banda::      Symbol Rate x 1.35  ...Salvare...

 

Dopo di che potrà aggiungere qualunque satellite alla lista originale di fabbrica, il che le faciliterà il puntamento di nuovi satelliti  

  Index

Ultima hora

H30FLEX: Aggiornamento 1.22


Tra le novità che abbiamo inserito in questo nuovo aggiornamento firmware sono le seguenti:
–    Banda S
–    Modificazione profilli di qualità
–    Puntamento antenne con selezione di criterio per l'avviso acustico (da livello o da C/N)
–    Costellazioni
–    Tele-alimentazione di amplificatori e LNB
–    SCR
–    Aggiunta della lingua ceca
–    Checkmarks
Questo aggiornamento è disponibile nella sezione download sul sito de Televés ed it.televes.com/soft-h30flex

 

Index

  

FOTO CURIOSE

 

 

 

A proposito di Brexit

L'autore della foto ci racconta che, in una festa di una scuola inglese hanno disegnato i tetti di una città di oggi. Gli studenti hanno creato le loro visione delle antenne, utilizzando modelli di Televes come fonte di inspirazione.

Un'altra dimostrazione che le antenne di Televés riempiono i tetti di tutto il mondo, compresi quelli immaginari 

 

Index

Formacion 

Come giuntare una fibra correttamente

Tutti i trucchi per una giunzione perfetta


Tutti sanno, che, per garantire il processo e la qualità di una fusione (indipendentemente dal tipo di fibra utilizzata) è essenziale sia la qualità della giuntatrice, come la conoscenza del processo che un tecnico preciso approfondirà per garantire un eccellente lavoro. Pertanto, dato che con il tempo le giuntatrici di fusione hanno migliorato le loro capacità e le caratteristiche per superare tutti i tipi di svantaggi offerti dalla fibra, possiamo riassumere nei seguenti passaggi le fasi corrette per una buona fusione:
 

1. Preparazione della fibra (Spelarla)
Inserire una delle fibre nello strumento di strippaggio (spelatore) vengono rimosse 3-4 cm di protezione. Quindi, a seconda del tipo di fibra, si opera come segue:

1a.    Per le fibre di 250 micron:
Un processo di pelatura viene eseguito, riducendo lo spessore a 125μ avente il rivestimento.

1b.    Per le fibre rivestite con 250 μ gel:
Prima della spelatura è necessario rimuovere completamente il gel. Prima con un tovagliolo di carta per rimuoverne la maggior parte e la seconda pulizia con salviettine specifiche usando alcool isopropilico.

1c.    Per le fibre 250 + 900 μ (900 u):
La spellatura avviene con due processi, riducendo il primo spessore a 250μ e il secondo a 125μ. Non è consigliabile rimuovere entrambi i rivestimenti contemporaneamente perché il rischio di danneggiare la fibra è elevato.

 

2. Processo di pulizia
Dopo aver terminato la spelatura porzione esposta della fibra (rivestimento) piegarla fino a 90 gradi per rilevare eventuali danni causati nel processo di cui sopra (se danneggiata la fibra, si staccherà).

Una volta che questo test è superato si passa alla pulizia della fibra attraverso una salvietta imbevuto di alcool isopropilico, sempre nella direzione della testa della fibra (consigliato utilizzare sempre elementi specifici rintracciabili nella gamma Televés).

 

3. Processo di Taglio
La fresa ha posizioni diverse in base alla dimensione della fibra in uso (250 u, u 900 e fibre con una maggiore protezione a 3mm).

Se si lavora con fibre impregnate di gel (a causa di un processo di pulizia insufficiente) si dovrà effettuare una pulizia della lama di taglio per impedire lo scivolamento della fibra su detta lama.

I passaggi più cruciali del taglio sono:

3a.    Realizzare l'angolo più basso possibile per tagliare la fibra. Il punto ideale è quella in cui la testa della fibra abbia un angolo di 90 ° rispetto al tagliente. Una deviazione inferiore a 3 ° è accettata senza inconvenienti dalle giuntatrici a fusione Televés.

3b.    Fissare una lunghezza di taglio secondo le indicazioni della macchina. Nel caso del rif. 232103 sarà di16mm.

 Figura 1: Stabilire una lunghezza di taglio in base alla Giuntatrice. Nel caso del rif. 232.103 sarà de16mm.

 

4. Processo di regolazione della giuntatrice
Prima di eseguire la fusione, si imposta il tipo fibra da utilizzare (SM / MM / DS / NZDS o BIF). art. 232103 ha la modalità "AUTO" che gestirà questa scelta.

È inoltre necessario definire la lunghezza della protezione da applicare alla fusione, il forno deve essere impostato in base alla protezione scelta.

 

Giuntatrice Arco Voltaico (Ref. 232103)

 

5. Processo di fusione
Disporre le fibre (preparate e pulite) sui rispettivi V-scanalatura e bloccare con gli elementi di fissaggio. La testa delle fibre deve essere fermato a metà strada tra il V-scanalatura e gli elettrodi.

Il passo successivo avviene automaticamente dopo la chiusura del coperchio di protezione splicer. Il display LCD visualizzerà come entrambe le fibre sono perfettamente allineate dal computer, per poi fondere. È da notare che solo una tecnologia di allineamento a tre assi (X, Y, Z) garantisce i migliori risultati di fusione (valori di 0,00 o 0,01dB). Art. 232103 è dotato di 6 motori efficienti "step-by-step” in grado di assicurare un processo con questi risultati.

 Figura 2: Le fibre (preparate e pulite) sulle rispettive V-scanalature e chiudendo i morsetti per bloccarle.

 

Questa giuntatrice (art. 232103) incorpora inoltre due importanti funzioni:

- Processo "pre-download" a bassa intensità:
Esso è necessario per eseguire una buona pulizia, eliminando qualsiasi impurità che il tecnico può essersi perso nel processo di pulizia manuale delle fibre.

- Test Drive:
Si rileva "fredde" o fallite, eventuali fusioni applicando una tensione di 2N tra le due fibre.

6. Processo di regolazione del protettore della fusione
Le fibre fuse vengono ora passate al fornelletto, ponendo il protettore termoretraibile precedentemente disposto sopra la giunzione tra le due fibre.

Dopo l’operazione effettuata dal forno (fusione la protezione è completamente contratta), il protettore viene passato insieme alle fibre alla griglia di raffreddamento dove termina il processo

Guarda il video su: it.televes.com/fusion-splicer 

 

Index

 

Ideas

LNB ottico e DTT su un'unica fibra


A volte è necessario creare una rete in fibra con il segnale procedente di un LNB ottico (tipo art.235310) miscelato con segnale terrestre. Se la generazione del segnale ottico TV ha bisogno di un'ottima C/N, necessità tipica in applicazioni con canali analogici o in presenza di tanti MUX DTT, il trasmettitore ottico dovrà garantire una conversione perfetta.

Televés ha sviluppato e prodotto un sistema composto di un trasmettitore ottico (Tx) in 1550nm dotato di WDM per miscelare il segnale del LNB ottico in 1310nm (art. 237301).

In ricezione (Rx), un altro dispositivo realizzerà la demiscela e recupererà il segnale terrestre (art. 237311)

L'installazione è molto semplice perché nessuno dei due dispositivi, dovrà essere configurato, quindi un vero 'plug and play'. Le soluzioni e gli accessori della gamma FTTH (CEI 306-22) di Televes sono disponibili sul depliant 'Cablaggio in fibra ottica per edifici residenziali'

Index

Instalacion 

Sede di TVi ,Televisão Independente (Lisbona, Portogallo)


 

TVi Televisão Independente S.A. è un operatore televisivo con diversi canali TV in Portogallo come TVi24, TVi Internacional, TVi África, TVi Direct, TVi Eventos, TVi Reality, TVi Ficção, +TVi e Tvi.

Le due centrali di testa analogiche originali installate nella loro sede, sono state sostituite da nuovi moduli digitali. Nei nuovi rack hanno montato encoders e le loro sorgenti sono state integrate con i contenuti di TVi. Gli encoders della famiglia T.0X generano 24 programmi interni modulati in SD e due programmi in HD, con una qualità del segnale eccezionale

Realizzato da:

Serviços Técnicos da


 

 

Index

  

Sabía que ... ...Televés fabbrica internamente i tubi di alluminio delle sue antenne dal 1965?

Forse fu una delle prime decisioni strategiche visionarie quando si decise in quell'anno di importare dalla Germania la prima macchina per il conformato e saldatura di tubi tramite radiofrequenza. Ci volle più di un anno per effettuare le modifiche necessarie per adattarla a un ambiente di produzione esigente che ci obbligò, tra le altre cose, ad ideare un ingenioso circuito di alimentazione continuo per evitare interruzioni nel cambio di materiale che alimentava la linea di produzione.

Nel corso dei decenni sono apparse altre metodologie per la fabbricazione di tubi in alluminio, però le evoluzioni che gli ingegneri di Televés hanno realizzato sulla macchina originale di radiofrequenza continuano a mantenerla come la soluzione che ci offre maggior controllo e flessibilità nella nostra fabbricazione di tubi per antenne, poiché devono essere fabbricati con variazioni di diametro sia di forma cilindrica come quadrata.

Questa macchina di saldatura di tubi per radiofrequenza continua a funzionare a pieno regime tutt'oggi, e può celare la vera essenza di Televes. Una visione tecnologica degli inizi degli anni '60 che attraverso la nostra conoscenza industriale ha permesso di sviluppare la tecnica e l'arte originale di un processo per continuare ad essere innovativi al giorno d'oggi 

Index

  


L'evoluzione del DVB per trasmettere servizi avanzati

Il DVB ha rivoluzionato i contenuti broadcasting nel corso degli ultimi venti anni, consentendo servizi ad alto valore aggiunto come l' UHD.

 

Nel 1991, le emittenti e i produttori di apparecchiature unirono le forze per creare una piattaforma europea per la televisione digitale terrestre. il cosiddetto ELG (European Launching Group), la cui espansione a più gruppi, pubblici e privati, ha stabilito le basi per la creazione del progetto DVB.

Per ragioni di complessità giuridica e tecnologici, i servizi digitali di radiodiffusione prima sono stati effettuati da satellite e via cavo, denominato DVB-S e DVB-C, i cui standard sono stati pubblicati nel 1994. L'implementazione di servizi per l'utente finale è stato reso possibile dall'esistenza di un algoritmo di compressione audio / video, MPEG2, che permetteva di utilizzare bit rate "gestibili" (15 Mbps in un primo momento!) con video di buona qualità compressa. Non fu fino al 1997 quando è apparso lo standard TV digitale terrestre, DVB-T, completando la serie di norme che conosciamo oggi.

Questi standard consentono l'implementazione di servizi di radiodiffusione al di fuori dell'Europa. Oggi tutti i paesi del mondo tranne gli Stati Uniti, Cina, Giappone e Brasile, utilizzano uno standard di trasmissione DVB.

Quando nacque l'esigenza per un uso più efficiente dello spettro di trasmissione, è stato necessario sviluppare standard per una seconda generazione. Apparirono gradualmente DVB-S2, DVB-C2 e DVB-T2, versioni che hanno elevato la capacità binaria chiamata "limite di Shannon" (che definisce la capacità binaria massima di una larghezza di banda per un particolare rapporto Segnale Rumore). Questo significa che ci sarà uno standard di trasmissione di terza generazione. Tuttavia, il DVB-S2 è evoluto in un DVB-S2X, che migliora notevolmente la capacità di segnale-rumore rapporti sia molto alti e molto bassi.

Alcuni modi del DVB-S2, specialmente il DVB-S2X, vengono utilizzati per la distribuzione dei dati satellitari, nello stesso modo in cui il DVB-C2 viene utilizzato per la distribuzione di dati su reti cablate e fibre ottiche. Infine, il DVB-T2, già dispiegato in gran parte d'Europa e in Asia, ha permesso la diffusione dell' UHD.

Il DVB ha rivoluzionato la trasmissione di contenuti in questi ultimi due decenni. In questo breve lasso della sua evoluzione abbiamo lasciato nel calamaio vari argomenti correlati: il trattamento e la distribuzione di contenuti come Conditional Access, IPTV, nuovi standard di codifica MPEG4 e HEVC, 3DTV, LTE, realtà virtuale e così via. Il cloud nel futuro a breve

Index

 

  

 


 

Index

 

Televes
Televes Televes