The wishlist name can't be left blank

Documentazione

La documentazione piĂą completa e aggiornata dei nostri prodotti e servizi disponibili per la visualizzazione e il download. Seleziona una categoria per iniziare la ricerca.

Informa (Agosto-Settembre 2012)

  Sommario:

  • Informazioni generali: Linnovazione tecnologica si puo misurare
  • Televés nel mondo: Televés espone alle fiere di Anga e Broadcast Asia +
  • Domande frequenti: Quale differenza c’è tra un cavo coassiale di rame ed un altro di acciaio ramato?+
  • Sempre aggiornati: Aggiornamento del HSuite
  • Foto curiose: In attesa che scampi... +
  • Lo sai che..: ... Televés produceva portapacchi? +
  • Formazione: Misura di attenuazione con un H60 +
  • Idee: Un misuratore di campo per il mio Tablet e non solo +
  • Installazioni reali: Oltremare Resort, Jesolo (VE) +
  • Nuovo prodotto: T.12, l’amplificatore immune al LTE +

 


Nel periodo che va dall’anno 2000 a metà del 2012, Televés ha presentato un totale di quaranta richieste di brevetti e dicianove modelli di utilità. Questo dato oggettivo conferma l’azienda come quella di maggiore capacità di innovazione nel suo settore.
I brevetti riguardano invenzioni in antenne, trasmissione di immagini, broadcast, trasmissione di informazioni digitali, comunicazioni telefoniche, circuiti stampati, controllo di amplificazione e sontonizzazione di circuiti risonanti.
La attività di ricerca dell’azienda si è mantenuta costante durante gli ultimi dodici anni. Il 62% delle richieste di brevetto e modelli di utilità sono stati  registrati in Spagna, mentre un 18% 

 

è stato gestito mediante l’ufficio dei brevetti europeo (EPO).

L’azienda inoltre ha presentato richieste anche in Germania e in Portogallo.

Il team di R+S+i più potente del settore
La capacità di Televés nell’essere un attore all’avanguardia nel cambio tecnologico nel mondo della televisione è direttamente associato al suo forte investimento nella Ricerca 

 

e Sviluppo Tecnologico.

L’unità di R+S+i, creata nell’anno 1971, è composta da più di 60 professionisti, principalmente  ingegneri in Telecomunicazioni e Industriali. Questo capitale umano conferisce a Televés una straordinaria indipendenza tecnologica, che si riflette in un dato eccezionale: l’ 80% dei più di 1500 prodotti che compongono il catalogo dell’azienda sono stati sviluppati integralmente con tecnologia propria.
In totale, il numero di brevetti con validità internazionale di cui è titolare l’azienda supera la cinquantina. Nel 2011, l’investimento dell’azienda in R+S+i ha superato gli otto milioni di euro 

Indice

TELEVES AD ANGA CABLE
COLONIA-ALEMANIA

Televés colpisce nell’edizione più internazionale di  ANGA Cable.
Più di 16 000 professionisti e 440 aziende provenienti da 33 paesi riunite ad ANGA Cable tra il 4 e il 6 giugno. In una delle edizioni più internazionale di questo evento punto di riferimento in Germania, Televés ha lanciato un forte messaggio circa la propria capacità di sviluppare un prodotto tecnologico e di apportare valore ai professionista.

 

Il nuovo misuratore H60 con elaborazione digitale e la distribuzione dei servizi 3DTV su DVB-C2 mediante le centrali T.0X hanno suscitato grande interesse ai visitatori dello “stand”, ubicato nell’area riservata ai grandi produttori europei. I professionisti hanno elogiato le soluzioni sviluppate da Televés per affrontare il nuovo scenario che prevede lo sviluppo dell’ LTE.

TELEVES A BROADCAST ASIA. SINGAPUR

La fiera e congresso Broadcast Asia tenutasi a Singapore tra il 19 e il 22 di giugno ha avuto una nutrita partecipazione internazionale,

 

così come ormai questo appuntamento ci ha abituato. Nel suo stand, situato nel padiglione delle imprese spagnole, Televés ha esposto la sua gamma completa di centrali e amplificatori per la distribuzione, così come soluzioni per gli operatori di radiofrequenza, con le ultime novità tra i trasmettitori e i gap-fillers

Indice

Quale differenza c’è tra un cavo coassiale di rame ed un altro di acciaio ramato?


OPINIONE DELL’ESPERTO

Sebbene gli elementi che compongono una distribuzione SMATV (5-2150MHz) possono essere utilizzati in una CATV, l’opposto non è sempre vero.
E lo stesso è per il cavo coassiale: il cavo di acciaio ramato, tipicamente utilizzato dagli operatori via cavo, in generale non è del tutto raccomandabile nelle reti di distribuzione DTT e di SMATV.
La differenza tra un cavo con anima di acciaio o con anima di

 

 

 

rame si traduce in una notevole differenza di conduttività, resistenz e, soprattutto, resistenza alla corrosione.
Effettivamente alle alte frequenze lo strato esterno dell’acciaio ramato agisce come un conduttore di rame, però questo perde conduttività man mano che le condizioni ambientali attaccano l’acciaio. Sono sensibili a questa circostanza le unioni tra i dispositivi, precisamente dove l’adattamento di impedenza è



 

 

 

 maggiormente critico e dal quale dipende, in grande misura, la qualità del segnale digitale da distribuire.
Conclusione: sebbene le regolamentazioni consentono l’uso dell’acciaio ramato per reti di operatori, il cavo di rame è il più idoneo per le reti di SMATV e, in definitiva, per tutte quelle reti con necessità di mantenere inalterate nel tempo le proprie caratteristiche

Javier Esteban
  Responsabile Assistenza Tecnica

Indice

In attesa che scampi...

Televés si è sempre distinta per la cura e l’attenzione nei confronti degli installatori. A dimostrazione di ciò, questa foto scattato al recente convegno di Fenitel a Vigo sponsorizzato da Televés. Come si può notare gli installatori camminano a piedi sotto la pioggia protetti da ombrelli Televés 

 

 

 

Indice


 

Misura di attenuazione in RF con un H60

La misura della attenuazione nelle reti RF presuppone di disporre di un elemento che genera un segnale in tutta la banda. Misuratore e generatore devono essere calibrati tra loro per potere ottenere un risultato esatto alla fine del test.


La ICT-2 obbliga le misure e il salvataggio delle attenuazioni in una rete CATV così come i livelli di segnale, C/N e BER per i segnali MATV/SMATV in tutte le prese dell’installazione.
Per MATV/SMATV la misura è “diretta”, mentre per CATV è necessario effettuare una calibrazione esterna. Per fare questo, inizialmente, si deve salvare il livello del segnale all’uscita del generatore di rumore, art. 5930, nelle frequenze che si andranno a misurare e, successivamente si deve registrare i livelli del segnale nelle prese alle stesse frequenze.
Una volta effettuato l’esportazione dei valori misurati al PC, si può calcolare la differenza tra i due livelli di segnale ottenendo il valore dell’attenuazioe.

 

Con il nuovo misuratore di campo H60,tutto il processo di misura delle attenuazioni è semplificato, riducendo significativamente il tempo impiegato e la probabilità di errore umano.
Per misurare direttamente le attenuazioni, si definiscono le frequenze che si vogliono misurare; si calibra il generatore di rumore automaticamente con il misuratore H60 e le misure di attenuazione si rappresentano immediatamente sul misuratore. Questo processo è rapido, più semplice e permette di valutare in loco se le attenuazioni misurate rispettano i valori desiderati o, che è lo stesso, sono concordi con la progettazione.
Misura di attenuazione in RF con un H60 Il numero di frequenze che si possono configurare va da 5 a

 

10, visualizzate in un unica schermata, ed è possibile definire range tipici come quelli che vanno da 5MHz, 862MHz, 950MHz e 2150MHz. Questa funzione trova innumerevoli applicazioni: dalla misura
dell’attenuazione di una bobina o di una tratta di cavo coassiale, fino ad
ottenere la risposta in frequenza di un derivatore/partitore, ecc.
E’ possibile salvare varie configurazioni di misure di attenuazione in memoria, utilizzabili successivamente, mediante la pressione di un unico tasto per memorizzare i valori nel registro di ciascuna presa nelle differenti frequenze memorizzate

Hélder Martins
Assistenza Tecnica Internazionale

Indice

 

... Televés produceva portapacchi nell’anno 72 ?

Agli albori la Televés aveva come obiettivo la produzione di strutture
metalliche. Una di esse erano le antenne che a quei tempi erano associate ai dispositivi elettronici che oggi produciamo. Un altra erano i portapacchi, comunemente conosciuto come tetto d’auto.

 

Nel manuale di installazione di allora, salta all’attenzione la frase che dice: “... basta come strumento una moneta per fissarlo saldamente al veicolo”. Questo dimostra come Televés già produceva pensando all’utente, che sollevava il bagaglio grazie ad un eccellente portapacchi 

Indice


Un misuratore di campo per il mio Tablet e non solo

Nell’attuale mondo degli smartphones e della connettività ovunque, anche i misuratori di campo si devono adattare alle nuove necessità.
Il nuovo H60 di Televés può inviare le sue misure, cambiare i canali e visualizzare le sue schermate mediante un iPAD, o un qualsiasi apparato connesso compatibile HTML5 (tablet, PC e cellulare). Inoltre, le misure possono essere registrate.
Il controllo remoto dell’H60 (opz. 598903) costituisce, senza ombra di dubbio, una nuova forma di misurare

 

Indice

Oltremare Resort, Jesolo (VE)


L’Oltremare Resort si sviluppa nel cuore di Jesolo Lido, in una delle sue posizioni più prestigiose del comune, ad una distanza di circa 400m dalla spiaggia.
Il villaggio è composto da 26 unità abitative disposte in 6 piccoli complessi da 4 unità iascuno, immersi in quasi 5000mq di vegetazione mediterranea e sabbia bianchissima.
L’impianto TV nasce dalla collaborazione tra il reparto di progettazione della Televes Italia e la ditta F.E.T. Forniture Elettroniche Trentino ed è stato realizzato dalla ditta di installazione Grisenti s.r.l.
L’impianto prevede un unico punto di ricezione dei segnali TV DTT e SAT composto da una antenna di banda III (art. 1065), una di UHF (art.1495) e da una parabola da 100cm professionale serie QSD (art.790901) indicata in maniera particolare per le zone di mare grazie alla sua protezione contro la corrosione salina.
   
Il segnale sat viene ricevuto mediante un LNB ottico (art.2353) in modo da essere già pronto per essere distribuito alle 6 colonnine di derivazione segnali per le unità abitative; mentre quelli terrestri vengono miscelati, amplificati ed equalizzati da una centrale di amplificazione programmabile auto-regolabile, l’Avant HD (art.532810). La sua uscita è inserita in ingresso ad un tras-mettitore ottico (art. 2333) della serie T0X per essere anche esso distribuito in ottica alle 6 colonnine di derivazione segnali per le unità abitative.
La distribuzione ottica è stata realizzata mediante due montanti ottiche composte da derivatori ottici in cascata che si sviluppano una sul lato destro e l’altra sul lato sinistro del resort. In ogni colonnina di derivazione giungono la Fibra DTT e la Fibra SAT portanti e dopo essere state derivate proseguono verso la colonnina successiva.
        
La fibra DTT viene riconvertita in RF mediante il ricevitore (art. 2311) con controllo automatico di guadagno ridandoci un segnale con la stessa qualità e potenza che avevamo in ricezione, senza perdite, indipendentemente dalla distanza percorsa su fi bra ottica. La sua uscita è inviata ad un partitore con uscite pari al numero di nuclei abitativi da servire (4 abitazioni per colonnina).
La fibra SAT, invece, viene riconvertita nelle 4 polarità SAT HV-HL mediante un convertitore ottico-RF (art. 2350) per poi essere inviata alle prese degli appartamenti tramite distribuzione RF basata su MultiSwitches (art. 713801)

REALIZZATO DA:       


Gianluca Dragone
Responsabile Tecnico Televés Italia

Indice

 



 

   l’amplificatore monocanale immune al LTE


TIl nuovo scenario dovuto alla riallocazione del dividendo digitale e per la prossima presenza dei segnali LTE, è lo scenario dove appare un nuovo concetto di amplificatore modulare: la nuova gamma di amplificazione monocanale T.12.
Basandosi sull’esperienza accumulata da Televés, a partire dal 1981, anno in cui apparve il suo primo amplificatore con tecnica Z, il sistema T.12 apporta i vantaggi di un nuovo disegno, basato su nuovi componenti di ultima generazione, di un sistema di produzione robotizzato che apporta affidabilità assoluta e di uno specifico e assoluto controllo di qualità.
Tutto questo da come risultato il nuovo amplificatore monocanale più stabile ed affidabile del mercato.
Totalmente compatibile con il precedente modello T.03, il sistema T.12 mantiene la sua semplicità e flessibilità. Il nuovo sistema di schermatura e il rivoluzionario metodo di produzione migliorano le prestazioni elettriche dandogli un guadagno e una tensione di uscita incomparabili.
La gamma messa in commercio copre tutte le necessità di installazione, sia
 

in banda, che in guadagno e potenza.
La sorgente di alimentazione commutata apporta efficienza energetica e minimo consumo, oltre alla capacità di alimentare fino a 24 moduli.
Il T.12 è l’amplificatore monocanale per il dividendo digitale immune al LTE


REF.     DESCRIPCIÓN                     

508012  Amplificatore Banda Larga T12 FI
508112  Monocanale T12 BI
508212  Monocanale T12 FM
509912  Monocanale T12 DAB
508312  Monocanale T12 BIII
508712  Monocanale T12 BS Bassa
508812  Monocanale T12 BS Alta
508912  Monocanale T12 Hiperb
509812  Monocanale/Selettivo T12 UHF
508612  Monocanale/Multicanale T12 UHF
509512  Monocanale Selettivo con CAG T12 UHF
509712  Monocanale con CAG T12 UHF
549812 Sorgente di alimentazione commutata

* Per maggiori informazioni clicca sul riferimento.

 

 

 

Indice