The wishlist name can't be left blank

Documentazione

La documentazione più completa e aggiornata dei nostri prodotti e servizi disponibili per la visualizzazione e il download. Seleziona una categoria per iniziare la ricerca.

  Sommario:

  • Divulgazione: NP100 +
  • FAQ: Quali parametri sono di solito i più critici per la certificazione di una rete CAT-6?  + 
  • Novità di Prodotto: Amplificatore da interno PicoKom +
  • Le tue foto: DAT alpinista +
  • Idee: Come evitare il deterioramento del interface ottico nelle attrezzature di misurazione +
  • Installazioni reali: Centro Storico di Miranda do Douro +
  • Formazione: Introduzione alla Fibra Ottica (II) +

 

NP 100
Televés rafforzerà la sua leadership con un impegno ambizioso per l’innovazione e lo sviluppo tecnologico.

Televés si è posta una sfida per il 2011: fare dell'innovazione e dello sviluppo tecnologico le principali forze trainanti della sua crescita. A tale scopo, la società ha messo in moto un progetto ambizioso per l'aggiornamento del suo catalogo, con il lancio di un centinaio di nuovi prodotti in un periodo di 18 mesi.
Con questa iniziativa, che è stata battezzata NP100,
Televes vuole valorizzare tre elementi che la differenziano dai suoi concorrenti: fornire la più potente struttura R&S&I del settore, con oltre 60 ingegneri; averegli impianti di produzionepiù completi, moderni e capaci, grazie a una solida base finanziaria.
Il Progetto NP100 richederà un investimento di circa 10 milioni di euro e consentirà il lancio di un centinaio di nuovi prodotti nel corso dei prossimi 18 mesi.
Il risultato permetterà un grande ampliamento del catalogo dei prodotti della società, con un occhio di riguardo alla riduzione di consumo e all'efficienza energetica. L'offerta globale di prodotti sarà ampliata e aggiornata per offrire agli installatori professionisti tutti gli strumenti necessari per svolgere il loro lavoro.

 




Questo progetto, che impone una tempistica di oltre cinque lanci di prodotto al mese, rappresenterà una grande sfida per la struttura R&S&I di Televés, così come per gli uffici commerciali e i servizi logistici e industriali dell'Organizzazione, dato che la società svolge l'intero processo di progettazione, sviluppo, produzione e post-vendita di prodotti con risorse proprie - una filosofia che si riassume nell' European Technology Made in Europe per le tecnologie made in Europa che distinguono i prodotti Televés.
Gli obiettivi del progetto NP100 sono quellii di rinforzare la crescita della società; dii guadagnare quota di mercato, riaffermando il marchio Televes come il vero riferimento nel settore; di portare valore alla

 

catena di distribuzione, promuovendo l’installazione, anticipando le future richieste tecniche, e motivando l’intero team della società, coinvolgendolo in un progetto ambizioso in cui si valorizzi la leadership della società.
NP100 è anche in linea con la politica di espansione internazionale di Televés, che ha fissato come obiettivo a medio termine di aumentare il peso delle vendite internazionali del 50% sul fatturato totale, con lo stanziamento di un impegno molto forte verso i mercati dell’i Europa centrale e orientale, in particolare Germania e Polonia.
Un passo in avanti Nella progettazione e messa in moto del progetto NP100, Televés porterà la sua vasta esperienza sia in situazioni di espansione come di contrazione del mercato. Sostenuta oltremodo dal clamoroso successo degli importanti lanci di prodotto effettuati negli ultimi due anni, tra i quali si possono segnalare l'antenna DAT HD BOSS, il misuratore di campo portatile H45, le centrali T0X e gli amplificatori DTKom e MiniKom, tra gli altri.

Indice


Amplificatore da interno PicoKom

Per l’utente finale, una delle caratteristiche più apprezzate durante l'installazione di un dispositivo elettronico è la funzione "Plug & Play".
Per realizzare questa funzione, ci sono due modi: progettare dei dispositivi senza regolazione o dispositivi intelligenti che si autoregolano.
Nel caso di installazioni SMATV, le modifiche o adattamenti ai livelli di ingresso di segnale è ovviamente una condizione necessaria e indispensabile.
L’amplificatore da interno PicoKom art. 5605 è un amplificatore “Plug&Play”. Non ha bisogno di regolazioni perchè il suo guadagno si autoregola, garantendo sempre l'assenza di saturazione. È, quindi, l'amplificatore da interno ideale che ogni utente sarà in grado di installare senza alcun requisito tecnico speciale.

 

Oltre al suo funzionamento interno, l’amplificatore PicoKom ref. 5605 si distingue per la sua ridotta dimensione e il suo basso consumo.
     


Questa dimensione si ottiene integrando la nuova generazione di microcomponenti che solo una tecnologia produttiva come quella di Televés è in grado di implementare. La totale affidabilità è un altro vantaggio che si ottiene con l'uso di linee robotizzate che manipolano questi microcomponenti.
L'alimentazione incorporata è di tipo Switching, con conseguente minimizzazione del consumo e un

 

importante contributo alla conservazione dell'ambiente.
Dotato di due uscite, con un guadagno di 20dB in UHF, CAG e possibilità di telealimentazione 12V 


Indice

 

 

Quali parametri sono di solito i più critici per la certificazione di una rete CAT-6?
 

Statisticamente, i parametri di Perdita di Ritorno e NEXT sono i più comuni nei certificati di rete CAT-6.
Il primo è relativo alla modifica della impedenza caratteristica del

 

cavo a  causa di strozzature, torsioni o nel superamento del raggio minimo di curvatura.
Il secondo è dovuto ad un eccesso nel ritorto del cavo quando lo si collega alla presa. 

 

 

Indice

DAT alpinista

I luoghi dove è possibile installare un'antenna di solito dipendono dalla qualità del segnale fornito dalla copertura del ripetitore.
Nel caso illustrato, dobbiamo anche tener conto della velocità del installatore ... e la sua disperazione.
Il risultato: una DAT che sostituisce il tocco freddo di un palo per un fascio di cavi coassiali e il paesaggio impressionante da una rupe.

 

 

Indice

 

Come evitare il deterioramento del interface ottico nelle attrezzature di misurazione
I grandi nemici degli impianti in fibra ottica sono la polvere e la sporcizia.
Se un oggetto estraneo cade nella cannula di un connettore di interface ottico, il suo deterioramento è probabile. Ciò porterebbe a costose riparazioni e nel migliore dei casi, a una scarsa applicazione della misura.
Anche se i misuratori e i generatori di luce hanno un tappo apposito

 

per  proteggere il connettore, l'apertura e la chiusura di questa in vari luoghi e condizioni (cantieri, soffitte polverose) non garantiscono certo la sua pulizia.
Una soluzione semplice che aiuta a non aprire e chiudere questo tappo è lasciare collegato il cavo flessibile con cui si effetua la misura. Solo garantendo la pulizia del connettore, l'installatore potrà essere certo dell'integrità del suo misuratore e l’affidabilità delle misure 

 

 

Indice

Centro Storico di Miranda do Douro

Il centro storico di Miranda do Douro, in Portogallo, può già ricevere la DTT.
L’aggiornamento di un impianto con 6 MUX per mezzo di processori digitali art.5179, fa si che tutti i residenti del suo centro storico possano vedere più di 20 canali DTT spagnoli e, presto, 4 canali portoghesi.
L'installazione patrocinata dal Comune di Miranda do Douro è stata realizzata dalla società Tien21

        

Indice 

 

Introduzione alla Fibra Ottica (II)

Le nuove tecnologie dell'informazione richiedono requisiti più severi, soprattutto per quanto riguarda la velocità di trasmissione di dati a pacchetto. Se a ciò aggiungiamo la digitalizzazione di servizi video, tra cui l'alta definizione, la velocità di trasmissione e il multiplexing di dati sono le caratteristiche che stanno fissando le ultime tendenze nel design della elettronica per telecomunicazioni.
La fibra ottica è ideale per questi bisogni; è il mezzo di trasmissione ideale per raggiungere elevati tassi di trasmissione a causa delle sue perdite minime e la sua larghezza di banda.
La risposta in frequenza di una fibra ottica è illustrata nella figura sottostante. La banda di lavoro è quella in cui ci sono meno perdite. Quì si può vedere una deformazione che, anni fa impediva l'utilizzo dei segnali in una determinata banda di 1400nm. Questa distorsione della risposta si chiama "picco dell'acqua (water peak in inglese)." Attualmente, la tecnologia utilizzata nella
 

 

fabbricazione della fibra ottica permette avere delle fibre cosiddette “zero water peak”.

Nelle comunicazioni ottiche, la frequenza non è utilizzata come parametro caratterizzante della banda di trasmissione. Il parametro utilizzato è la lunghezza d'onda. La ragione è evidente: una trasmissione in 1300nm è equivalente a una frequenza vicina ai 230.000GHz.
Pertanto, maggiore è la lunghezza d'onda, minore è l'attenuazione. Ci sono due tipi di fibra ottica: multimodale e monomodale. Si identificano per il diametro del rivestimento ("cladding ") e del suo nucleo.
In una fibra multimodale, il segnale luminoso viaggia attraverso il nucleo come parecchi raggi. Ciascuno di loro si chiama "modo".
  Questa fibra, rispetto alla monomodale, ha un diametro maggiore del nucleo e consente

 

di sostenere molteplici modalità di trasmissione.


La fibra ottica monomodale ha un diametro più piccolo, in modo che la luce viaggi in un unico raggio ("modo"). E 'caratterizzata da avere una larghezza di banda superiore a quella per le fibre multimodali.

Le fibre monomodali sono solitamente utilizzate nelle finestre di 1310 e 1550 nm, dove l'attenuazione è più bassa, motivo per cui questo tipo di fibre sono utilizzate in transmissioni a lunghe distanze


Indice